SCENOGRAFIA

Le scenografie progettate e in parte realizzate da Michele Enzo Sottile, fanno parte di un percorso parallelo a quello di artista pittore e scultore. Ai bozzetti scenografici  eseguiti per il teatro lirico (la Scala di Milano), nell’ambito della formazione all’Accademia di Belle Arti di Brera in  Milano, fra cui Aida di G. Verdi, Fidelio di L. van.  Beethowen, The Tempest di W. Shakespeare, Elettra di Sofocle, Mutazioni di V. Fellegara, Macbeth di W. Shakespeare,  si sommano i numerosissimi bozzetti per il teatro di prosa. Di questi  alcuni dimensionati per il Piccolo Teatro di Milano, fra cui Klop di V. Majakowskij,  Amédée ou comment s'en débarrasser di E. Ionesco, La bambina Piedad  di H. Sainz. Nel 1973 Michele Enzo Sottile fonda il gruppo teatrale Gruppo T e in più di trent’anni di attività progetta e realizza numerosissime scenografie di opere       (di alcune ne cura anche la regia)   fra cui Fin de partie di S. Beckett, Le roi se meurt di E. Ionesco, L’eccezione e la regola di B. Brecht, Le malade imaginaire di Molière, La casa di Bernarda Alba di F. G. Lorca.